Edizioni 2015-2011

Anno 2015

Undici serate: dal 25 giugno al 5 luglio. Il tema della 35° edizione è stato "il tempo", che citando Giordano Bruno "...tutto toglie e tutto dà; ogni cosa si muta, nulla s'annichila". Eppure anche il tempo, invisibile e inesorabile, può essere catturato, misurato, impresso. Sono state allestite mostre e laboratori che hanno illustrato l'evoluzione delle macchine per il calcolo del tempo: dagli orologi solari ai primi orologi meccanici del medioevo (svegliarini monastici), dagli orologi con diverse funzionalità (come il calendario, le fasi lunari) fino ai moderni orologi elettronici. Inoltre sono stati esposti incredibili e rari modelli di macchine fotografiche di tutti i tempi! 

Ricordiamo inoltre l'apertura della Festa con lo spettacolo "Vote for" degli Eccentrici Dadarò, il concerto delle band dei "Cuori infranti" e "Medicina Crow", la serata cabaret con Stefano Chiodaroli e Raffaele D'Ambrosio, l'evento "Time out" di Vittorio Marchesi, lo spettacolo teatrale per bambini "Un sogno nel castello" della compagnia Teatrodaccapo, lo spettacolo di burattini tradizionali con Ferruccio Bonacina, l'esibizione di ballo dell'associazione International Dance, la Pesca sull'aia, il ludobus, il torneo del Pirlì, le serate di degustazione dei piatti vegetariani indiani e del the e dolci marocchini, la patecipazione al progetto "Viva Vittoria" (campagna di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne), le serate danzanti con le migliori orcheste di liscio, la serata di chiusura della festa con Michele Tomatis in "MT LIVE 2.0".

Approfondimenti relativi all'edizione 2015: progetto | programma | immagini | brochure

Anno 2014

Undici serate: dal 26 giugno al 6 luglio. Il tema della 34° edizione è stato "Pimpì uselì - il gioco": il gioco è l’espressione più autentica della cultura umana e il recupero dei giochi tradizionali rappresenta la riscoperta della propria storia, delle proprie origini e del senso di appartenenza. Il gioco stimola l’inventiva, la curiosità, la manualità, l’ingegno: una volta i bambini si costruivano da soli i loro giochi con i materiali che c’erano a disposizione e la fantasia diventava la materia primaria. Oggi i giochi sono prodotti dalle industrie, la Tv e il computer hanno ucciso la creatività dei ragazzi, eliminando i segni educativi del gioco: il movimento, la comunicazione, la fantasia, l’avventura, la costruzione, la socializzazione.

E' stata allestita una straordinaria mostra di giocattoli antichi con pezzi provenienti dalla collezione "Filisetti": più di 3.000 pezzi collezionati in oltre 40 anni da Severo Filisetti, il più importante collezionista di giocattoli della Bassa Bergamasca.

Ricordiamo inoltre l'apertura della Festa con il ventriloquo Dante Cigarini, la serata del toro meccanico, il concerto della band dei "Kei del Furmai", la biciclettata "Festival Bike" organizzata in collaborazione con l'associazione "Pianura da Scoprire", lo spettacolo di burattini tradizionali con Ferruccio Bonacina, l'esibizione aerobica/acrobatica della polisportiva ghisalbese, lo spettacolo "Spataciunfete! Avventure sui mari" della compagnia "TeatroDaccapo", la partecipazione dei Jashgawronsky Brothers in “Trash!”, l'intrattenimento musicale dei Mexcales e di Andrea Rossi, il ludobus con i giochi per tutti i bambini, i laboratori per bambini a cura dei comitati genitori delle scuole mornicesi, la Pesca sull'aia, le serate danzanti con le migliori orcheste di liscio, la serata di chiusura della festa con Michele Tomatis in "MT LIVE".

Approfondimenti relativi all'edizione 2014: progetto | programma | immagini | brochure

Anno 2013

Undici serate: dal 27 giugno al 7 luglio. Il tema della 33° edizione è stato la "terra è vita"la terra l'abbiamo ricevuta in eredità e la dobbiamo dare ai nostri figli. E' un patrimonio culturale da ricevere, da custodire e da riconsegnare. Se trascurata, anche per una sola generazione, andrebbe persa insieme a inestimabili conoscenze acquisite nei secoli.

Sono state allestite delle mostre che riguardavano la storia dei trattori, la tradizione della spezieria, la cultura degli orti. I laboratori hanno permesso di approfondire la conoscenza del legame tra la natura e l'uomo ed il suo sottile equilibrio: si è parlato delle proprietà delle erbe, di agricoltura biodinamica, di aromaterapia.

Ricordiamo inoltre l'apertura della Festa con il ventriloquo Dante Cigarini, la serata Zumba, il concerto della band dei Sindaci "Gente in Comune", lo spettacolo di burattini tradizionali con Ferruccio Bonacina, l'esibizione aerobica/acrobatica della polisportiva ghisalbese, lo spettacolo di clownerie di Jordi, la serata cabaret con Giorgio Zanetti, l'intrattenimento musicale delle Chicmel, il ludobus con i giochi per tutti i bambini, la sfilata di trattori e buoi dell'associazione "I Pasturì", la Pesca sull'aia, le serate danzanti con le migliori orcheste di liscio.

Approfondimenti relativi all'edizione 2013: progetto | programma | immagini | brochure

Anno 2012

Undici serate: dal 28 giugno al 8 luglio. Il tema della 32° edizione è stato il viaggio, inteso nella sua accezione più ampia. Un viaggio-percorso nel tempo e nello spazio, per ricordare i mezzi di trasporto di una volta, ma anche quelli del presente e del futuro! Sono state allestite tre mostre:

  • una dedicata ai mezzi di trasporto, un percorso per riflettere sul rapporto tra l'uomo e il viaggio con un'esposizione di carrozze e bici d'epoca, motociclette e automobili antiche, rivolgendo uno sguardo ai mezzi di trasporto più originali o a quelli del futuro;
  • un'esposizione di opere di artisti bergamaschi sul tema del viaggio;
  • un'esposizione di fotografie e documenti realizzati dagli studenti delle scuole mornicesi sul tema del viaggio inteso come "cammino" (progetto "Piedibus").

Ricordiamo inoltre l'apertura della Festa con il gruppo folcloristico "I Brighella" di Comun Nuovo, la musica country con i "Mismountain Boys", lo spettacolo di burattini di Ferruccio Bonacina e l'originale "Palloncinerie" di Otto il Bassotto, la narrazione "La bici" con il Teatro del Secchio, la musica delle Chicmel, la serata di magia con il mago Marco Sereno, il viaggio nella musica con la "Virtual machine" di "MT Live", la sfilata per la selezione di "Miss Distretto" a cura dell'associazione ACAM, il Ludobus e la "Pesca sull'aia" per i bambini, lo spettacolare volo in mongolfiera per i più temerari.

Approfondimenti relativi all'edizione 2012: progetto | programma | immagini | brochure | pubblicità | intervista a RAI Radio 1

Anno 2011

Undici serate: dal 23 giugno al 3 luglio. Il tema della 31° edizione è stato la donna. Sono state allestite quattro mostre:

  • una dedicata al matrimonio, con esposizione di abiti nuziali di fine 800 - inizio 900 provenienti dalla pregiata collezione del Museo della Moda e del Costume - Musei Mazzucchelli di Brescia, esposizione di fotografie raffiguranti cortei nuziali e allestimento di una camera matrimoniale di fine 800;
  • una personale di pittura di Angela Betta Casale;
  • un'esposizione fotografica di ritratti femminili di M. Micheletti, Angelo Casale e opere di artisti mornicesi;
  • una mostra con immagini e oggetti dei mestieri femminili di una volta (inizio 900).

Ricordiamo inoltre il "corteo de la spusa" con il gruppo teatrale "Piccoli Passi" di Almenno S. Salvatore, la sfilata ed i balli del gruppo "Lampiusa" di Parre, lo spettacolo del fachiro/mangiaspade Marco Cardona, la serata cabaret con Omar Fantini condotta da Melita Toniolo, il recital "Nòter de Bèrghem" di Luciano Ravasio, il concerto dei Beat Brains Out e dei Dam Un Bes, il Ludobus e la "Pesca sull'aia" per i bambini, la "confettura di more della Festa" offerta dall'associazione ACAM.

Approfondimenti relativi all'edizione 2011: progetto | programma | immagini | brochure


 

Info